panorama

I Rioni - San Giacomo

Il rione San Giacomo occupa la zona settentrionale della città e già nel corso del XII secolo vi erano attestati i primi borghi, edificati immediatamente fuori della primitiva cerchia muraria. Il quartiere venne completamente inglobato entro la nuova cinta nei primi decenni del trecento, quando la parte più consistente dello sviluppo urbano era ormai compiuta.
Il torrente Scatorbia, che segnava il limite settentrionale di Città di Castello, divenne parte integrante della città così come gli insediamenti del Petrognano e del Calcinaro che sorgevano lì vicino. San Giacomo, santo titolare dell'omonima chesa, oggi santa Chiara, risalente all'XI secolo, ha dato il nome all'intero quartiere e ancora oggi compare nello stemma della Società Rionale. I confini del quartiere storico e del rione attualmente non coincidono più, poiché San Giacomo ha "assorbito" anche l'abitato di Sant'Egidio che un tempo si estendeva nella parte orientale di Città di Castello.
Via XI settembre costituisce l'asse portante del quartiere attorno a cui si sviluppa un fitto reticolato di strade e di vicoli che conservano ancora il fascino antico e popolare della città.