la storia

Monica Bellucci

Nome: Monica Bellucci
Data Nascita: 30 settembre 1964
Luogo nascita: Città di Castello (Pg)

monica bellucciDopo la maturità classica nella sua Città di Castello, si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza che lascia quasi subito per trasferirsi a monica bellucciMilano e intraprendere la carriera di modella. Il successo è fulmineo tanto che diventa in breve tempo una delle top-model italiane più richieste nel mondo: sfila per i più grandi stilisti e conquista le copertine delle maggiori riviste di moda. Nel 1998, la rivista francese Elle le dedica diverse copertine e l'anno dopo il fotografo Richard Avedon la immortala a New York per una campagna della Revlon. L’aspetto, il portamento, lo sguardo, raccontano ben presto di una donna determinata e ferma, ben ancorata al centro dei suoi trent’anni, che in lei hanno l'aspetto dirompente di una diva di altri tempi. Fatale. Non è più la ragazzina della provincia umbra che la bellezza ha lanciato nel mondo. Qualcuno l'accomuna a Sofia Loren, se non altro per essere stata, come in "Boccaccio '70" lo era la Loren (ep. “La riffa”, diretto da De Sica nel 1962), l'ambito premio di una lotteria in “La Riffa” di Francesco Laudadio, 1991. Da Modella ha inizio la fase dell'attrice.cleopatra
Inizia a studiare recitazione e nel 1990 debutta come attrice in ? Vita coi figli?, film per la televisione diretto da Dino Risi. Sempre nel 1991, come già accennato, è protagonista di ?La Riffa? con la regia di Francesco Laudadio. La sua bellezza non passa inosservata e benché attrice esordiente non tarda a comparire tra gli interpreti di importanti produzioni internazionali come il ?Dracula? di Bram Stoker (Francis F. Coppola, 1992). patto lupiMonica si trasferisce a Parigi, diventando una delle attrici preferite dei transalpini soprattutto dopo "L'appartement" film per il quale ha ottenuto una nomination per il César (l'equivalente degli Oscar in Francia) come miglior attrice emergente. Grazie a questo film è poi iniziata la sua love story con Vincent Cassel l'attore francese con il quale si è sposata. Ha poi girato l'anno successivo il controverso "Dobermann" ed è tornata a lavorare in Italia con Marco Risi in "L'ultimo Capodanno".
Il duemila la vede impegnata in tre film di tre nazionalità diverse: “Franck Spadone”, diretto da Richard Bean, "Under suspicion" dove, finalmente ottiene un ruolo più importante nei film accanto a due grandissimi attori come Gene Hackman e Morgan Freeman e malena“Malena”, di Giuseppe Tornatore, ambientato in un paesino della Sicilia durante la seconda guerra mondiale, con il quale sfiora, si dice, la candidature all’Oscar come miglior attrice. Distribuito in America, “Malèna” piace e ottiene un discreto successo. Abbastanza perché i produttori e registi di Matrix, i fratelli Wachosky, si accorgano di lei e le propongano di girare il seguito del film che ha segnato una generazione.matrixDopo i film francesi “Il patto dei lupi”(2001), di Christophe Gans, una storia mozzafiato, realmente accaduta nella Francia del '700, un thriller in costume dove la sua bellezza risplende tra le imprese efferate di un lupo mannaro e “Asterix & Obelix: Missione Cleopatra” (2002), è uscito l'italiano "Ricordati di me" (2003) di Gabriele Muccino, acclamato regista dell' "Ultimo bacio", in cui Monica conferma il proprio talento iterpretando uno dei suoi personaggi più maturi. Dopo "Tears of sun" al fianco di Bruce Willis e, in Australia, i due attesissimi sequel di Matrix (The Matrix Reloaded e The Matrix Revolutions), "Passion" con Mel Gibson, in cui ha vestito i panni di Maria Maddalena, sono venuti "She hate me - Lei mi odia" di Spike Lee e "Agents secrets" di Frédéric Schoendoerffer(2004).
Malgrado i suoi impegni nel cinema, continua a fare la modellamonica bellucci e a prestare la sua immagine per pubblicizzare gioielli, profumi, orologi, reggiseni e si affida nuovamente a Richard Avedon e poi a Fabrizio Ferri per essere fotografata in due prestigiosi calendari. Ne esce dai servizi fotografici una Bellucci passionale e coinvolgente, caratterizzata da devozione, sensualità e innocenza, vigore e delicatezza, elementi che sapientemente fusi tra loro finiscono per colpire in modo indelebile.
Monica Bellucci ha dedicato il 2004 alla sua maternità, conclusasi il 12 settembre con la nascita di Deva, nome di origine sanscrita che significa "divina".
Amatissima dai francesi è riuscita a conquistare il primo posto nella classifica di gradimento davanti a bellezze francesi doc del calibro di Sophie Marceau e Vanessa Paradis. Una sua statua di cera è sistemata nel museo Grévin, vicino Parigi, accanto a quella di Charles Aznavour.
fratelli grimmInterpreta il ruolo della strega cattiva nel film "I fratelli Grimm" ( The brothers Grimm ) di Terry Gilliam presentato nell'edizione 2005 del Festival di Venezia. Nel 2005 è una terribile strega, diretta da Terry Gilliam, ne "I fratelli Grimm e l'incantevole strega" e Daniela, una prostituta italiana nel film "Per sesso o per amore?" di Bertrand Blier. Nel 2006 Paolo Virzì le offre il ruolo di una baronessa godereccia e simpatica, ruolo dove rimarca con ironia il suo accento umbro, nel film "N (Io e Napoleone)", aprendo la prima edizione del Festival del Cinema di Roma. Nel 2007 è un'affascinante fisioterapeuta che fa perdere la testa al personaggio interpretato da Riccardo Scamarcio in "Eros", primo episodio del film "Manuale d'amore 2" - Capitoli successivi di Giovanni Veronesi. Il regista francese Alain Corneau la vuole invece bionda nel film noir "Le Deuxième souffle", dove recita al fianco di Daniel Auteuil. Nel 2008 partecipa al Festival di Cannes con il film italiano fuori concorso di Marco Tullio Giordana "Sanguepazzo", dove veste i panni di Luisa Ferida, la diva maledetta dell'era fascista, moglie di Osvaldo Valenti. Lo stesso anno apre la terza edizione del Festival del Cinema di Roma, presentandosi con il film "L'uomo che ama" di Maria Sole Tognazzi. Nel Marzo 2009 le viene conferito il World Actress Award durante la cerimonia dei Women's World Awards, tenutasi a Vienna. Al festival di Berlino del 2009 viene presentato "The Private Lives of Pippa Lee" di Rebecca Miller, dove recita con grandi nomi del cinema internazionale tra cui Robin Wright Penn, Winona Ryder e Keanu Reeves. Presenta nello stesso anno al festival di Cannes il film fuori concorso "Ne te retourne pas" diretto da Marina De Van, film che vede la partecipazione di un'altra icona del cinema francese Sophie Marceau. Il 27 settembre 2009 è tra i firmatari dell'appello rivolto alle autorità svizzere per il rilascio del regista Roman Polanski, detenuto in attesa di essere estradato negli Stati Uniti. Nel 2010 ha avuto la seconda figlia Léonie, nata il 20 maggio. Alla quarta edizione del Festival del Cinema di Roma veste i panni di Tosca, con Andrea Bocelli, nel cortometraggio firmato da Franco Zeffirelli, "Omaggio a Roma", voluto fortemente dal comune di Roma per promuovere l'immagine della capitale nel mondo. Concluso il 2010 con la produzione Disney "L'apprendista stregone" e "The Whistleblower" nel 2011 è in "Guardian of the Harem", "Un Été Brûlant", quindi torna in Italia e gira il terzo capitolo del Manuale di Veronesi, "Manuale d'amore 3" ed il documentario "Giuseppe Tornatore - Ogni film un'opera prima". Nel 2012 è protagonista in "Rhino Season" del regista Bahman Ghobadi.